Chiacchierando di gusto

Pietrina Lecca, l’animatrice di Villagrande Strisaili, nella terra sarda dell’Ogliastra

di Mario Liberto

30/01/2010



La pietrina è un piccolo cilindro di cerio e ferro che provoca scintille negli accendini automatici, per fare scaturire la fiamma. L’omonima presidente della proloco Pietrina Lecca di Villagrande Strisaili o se volete Biddamànna Istrisaili, nel cuore dell’Ogliastra, viceversa, “accende” il suo affascinante territorio attraverso singolari e propositive iniziative. Una ragazza dolce che dal lunedì al venerdì svolge la sua professione di funzionario della Regione Sarda e il sabato e la domenica, ferie comprese, si dedica alla sua passione: “l’animazione territoriale”.
Nonostante il suo fisico poco arcigno ha una forza caratteriale davvero ragguardevole. Intelligenza, volontà, caparbietà, paziente, savoir faire, sono le sue indiscutibili doti che la rendono davvero speciale.
Qualità che le hanno consentito di realizzare il meraviglioso Hotel Orlando Resort nel cuore del selvaggio bosco di S. Barbara, a un tiro di schioppo dalla sua Villagrande.
Un sogno che il fratello, prematuramente stroncato da una grave malattia, ha affidato all’animosità della sorella. Superando le numerose difficoltà, Pietrina, insieme alle altre due sorelle Maria Argentina e Caterina Lucia, alla fine ce l’ha fatta. Oggi il Resort Orlando Hotel è uno dei pochi riferimenti per chi vuole visitare il cuore dell’antica e gloriosa terra Sarda. L'Hotel, immerso in un fitto bosco di lecci e castagni secolari, è ubicato in prossimità del Gennargentu. Spicca per i colori fortemente vistosi, che richiamano le bizzarre tinte primeggianti delle antiche case ogliastrine.
Con le sue 30 camere, 2 ristoranti, bar, reception, giardino, camere non-fumatori, camere per ospiti disabili, riscaldamento, aria condizionata, ed una serie di attività quali canoismo, escursioni in bicicletta, equitazione, ecc. ed in fase di completamento una beauty farm ed un ampia piscina, costituisce il luogo ideale per gli amanti della natura e della tranquillità. E se avete nostalgia del mare, è possibile praticare gli sport acquatici, l'hotel, infatti, dista solo 18 chilometri dalla cittadina costiera di Arbatax dove le falesie a picco sul mare, come la guglia di Cala Goloritzé, riescono a mozzarvi il fiato.
Il Resort è posto a mezzacosta tra la parte prospiciente di un altopiano, che consente di affacciarsi sul mare della costa orientale della Sardegna, con alle spalle la bellezza selvaggia del Gennargentu e del lago Flumendosa, che con le sue bislacche insenature ravvivano e addolciscono il paesaggio. L'Hotel manifesta anche una raffinatezza e calorosità familiare. Ambiente volutamente colorato, per dare un senso all’accoglienza, quella sarda, “fatta di cuore”, di quel cuore grande quanto le mani dei suoi proprietari. Una cordialità che è viva e partecipe in tutto il personale che Pietrina indica come uno dei punti di forza della corporate governance.
L'Orlando si distingue anche per le sue opere artistiche che danno contezza del grande valore culturale che le tre sorelle vogliono sciorinare attraverso questa espressività: le bellezze naturali e la cultura sarda. In ogni angolo della struttura è possibile ammirare le opere di Giuseppe e Marco Silecchia, Liliana Canu, Antonio Corriga, e tanti altri artisti che con le loro opere raccontano le pecurialità e l’orgoglio di una terra, che se pur difficile da vivere, è facile da amare.
Parlando di arte non si può fare a meno di menzionare Salvatore Delogu, lo chef capace di inebriare i palati meno inclini alla lussuria gastronomica. L’abilità di questo giovane talento è quella di sapere coniugare la tradizione con l’innovazione, facendolo con gusto e raffinatezza. Forte di un’abbondante produzione tipica del territorio, riesce a reinventare e portare a tavola la tradizione culinaria ogliastrina, con prospettive anche della koinè gastronomia mediterranea. Gathulis di Villagrande, culurgiones al sugo di pomodoro e basilico, maccarrones de palineddu al ragù di capra, stufato di capra al cannonau, porchetto, pecora e capra allo spiedo - sa tartalia e sa cordula dei pastori, sono una parte delle tante meraviglie che Salvatore reinventa per gli ospiti di Pietrina. Come i pittori, giorno dopo giorno, delizia gli ospiti con questi singolari piatti dal gusto raffinato, pari alle bellezze della Ogliastra e converte i più reconditi ai piaceri della tavola. Il pane " Su modizzosu", “Su pani pintau", " Su pistoccu ", fanno da corollario ad una cucina ricca e, nel contempo, parsimoniosa. Faremmo un “torto alla tavola”, se non menzionassimo l’olio e i formaggi ogliastrini capaci, con i loro sapori e profumi, inebriare la bellezza di questo lembo di paradiso. Una produzione tipica ed una cucina che ha reso alla provincia ogliastrina il primato di essere tra le popolazioni più longeve al mondo.
Per questi piatti, madre natura ha provveduto ad abbinare uno straordinario vitigno: il Cannonau. Un vino, il cui retrogusto rimane impresso insieme agli occhi profondi e ridenti delle ragazze, ai profumi ed odori incommensurabili di queste terre, ai misteri dei Nuraghi, alle suggestive casa-fortezze delle tombe dei giganti, ai Tacchi della bizzarra natura, alle mille sagre, alle indimenticabili manifestazioni folkloristiche, alla generosità di questa gente, ancora capace di regalarti sorrisi spontanei e compiaciuti, che riescono a strapparti qualche lacrima di nostalgia al punto, che ancor prima di partire, pensi già di ritornare.
Non fateci caso, se partendo, a Pietrina, l’eroina della giovane provincia dell’Ogliastra, salutandovi le scenderà qualche lacrima dai suoi intesi e profondi occhi. Lo fa con tutti!..... E' convinta che i suoi ospiti sono un pezzo della sua famiglia.

Mario Liberto

Info: Hotel Orlando Resort
Località Santa Barbara 08049
Villagrande Strisaili (OG)
Centralino +39.078232823
Fax +39.078232532
info@orlandovillage.it  
www.orlandovillage.it

  • Le rocce rosse di Arbatax
  • maccarrones de palineddu al ragů di capra
  • Lo chef Salvatore Delogu
  • La sala grande del Ristorante Orlando
  • Pietrina Lecca con l’ amico Angelo Concas
  • l’Hotel Orlando
  • I tacchi