Notizie e Recensioni

A Torino, il 20 ottobre, stata assegnata la Chiocciola Slow Wine

di Giulia Cannada Bartoli

29/10/2010

Tanti produttori si aggiravanp emozionati. Si, perché molti di loro erano protagonisti silenziosi, poco noti per le cronache “mondane del vino”, volti e sguardi di un Italia che cammina, tutta insieme, senza distinzioni tra nord e sud e che vuole cambiare, fuori da ogni luogo comune. Vignaioli e vignaiole  che hanno cambiato il paesaggio agrario in questi anni rispettando l’ambiente, lavorando con tenacia a un sogno, spesso controcorrente, a volte,  senza mai ricevere un riconoscimento. Viticoltori cresciuti senza aiuti, votati alla qualità senza se e senza ma, espressione di grandi territori viticoli. Questa è la viticoltura di Slow Wine. Una guida del vino, non delle etichette. E’ questa la ragione per cui la guida ha selezionato l’azienda della famiglia di  Milena Pepe,  costruita in oltre vent’anni, passo per passo, in silenzio. Il riconoscimento è arrivato non per un vino in particolare, ma, per aver contribuito alla crescita del patrimonio autoctono dell’Irpinia, investendo e lavorando seriamente ogni giorno dalla vigna alla cantina, investendo sui vitigni tipici del territorio, in particolare per aver piantato e vinificato in purezza la Coda di Volpe, il bianco tipico della propria zona. Oggi l’’azienda vanta  40 ettari tra vigneti, oliveti, ristorante enogastronomico e casali per l’ospitalità rurale. Lo scorso aprile, anche il Concorso di Vinitaly “Can Grande Benemeriti alla viticoltura” ha riconosciuto eguali meriti all’azienda per le stesse ragioni. (Nella foto: Milena Pepe mostra orgogliosa la guida Slow Wine)

L’azienda si prepara a partecipare a MERANO WINE FESTIVAL 2010, dove la Tenuta sarà presente nell’area dell’Arena Gourmet per prendere parte alla performance dello Chef stellato Francesco Sposìto di Taverna Estiadomenica 7 novembre alle 12,30. Il piatto preparato sarà abbinato ad un vino della Tenuta. Inoltre i vini saranno in degustazione nell’Arena Gourmet dal 6 all’ 8 novembre dalle 10,00 alle 18,00

 

 

 

  • articolo Premio Can Grande benemeriti alla Viticoltura