Parliamo di vino

RIBOLLA GIALLA DAL COLLIO SLOVENO

di Leonardo Felician

20/03/2012

Kojsko è un antico villaggio sulla cima di una collina nel Collio sloveno, chiamato Brda in lingua locale, appena oltre Gorizia, menzionato per la prima volta nel 1086, abbarbicato intorno alla sua chiesa il cui campanile sembra una piccolo fortezza. Nei tempi antichi alla sera un portale chiudeva l’accesso all’abitato, e proprio questo portale è diventato il marchio di fabbrica dei vini Ferdinand, una cantina slovena che si sta imponendo nel panorama internazionale. Il nome deriva da uno degli antenati della famiglia. Il territorio del Collio, diviso da un confine soltanto dopo la seconda Guerra mondiale, ma prima sempre storicamente unito, è molto adatto per la coltivazione di uve di alta qualità. I vigneti di Ferdinand si trovano sul lato nord di colline che vanno dai 150 ai 300 metri di altezza, con condizioni climatiche favorevoli, essendo non troppo lontani né dal mare, né dalle Alpi. Le giornate estive sono calde e piene di sole, ma le notti sono fresche e questa escursione termica è proprio ciò che ci vuole per far maturare al meglio l’uva. Le condizioni naturali permettono la vinificazione di due tipi di vini, che costituiscono la specializzazione della cantina: ci sono innanzitutto i vini che vanno in commercio un anno dopo la vendemmia, vini freschi, più leggeri e bevibili, mentre una seconda categoria viene affinata in barrique di rovere e imbottigliata dopo diversi anni. In questo modo si percepisce meglio la struttura e la complessità dei vini e l’apporto dei minerali dati dal terroir unico del Collio-Brda.

La storia della cantina comincia nel 1992 quando Matja× Četrtič, giovane studente della facoltà di agricoltura, rilevò una vecchia vigna di famiglia e la preparò per una coltivazione esclusiva di qualità. La storia tutta familiare produsse le prime bottiglie di vino in commercio nel 1997. La passione del fondatore e l’aiuto ricevuto da padre e fratello hanno permesso in pochi anni di scalare la fama e di diventare uno dei marchi più noti della Slovenia, con un punto di orgoglio nella produzione della ribolla gialla, un vitigno autoctono, forse il più tipico del Collio, prodotto ormai da secoli. La raccolta è effettuata a mano, dato anche il terreno collinare, dopo il di raspamento la pressatura è soffice e il mosto viene raccolto a temperatura di 10 gradi in recipienti d’acciaio, dove riposa per un giorno. La fermentazione avviene a temperatura controllata di 16-18 gradi e il vino rimane in acciaio fino a marzo dell’anno successivo, quando viene imbottigliato. La ribolla gialla piace per i suoi sentori di minerali e l’acidità bilanciata: è un ottimo vino da antipasto e per accompagnare il pesce. Va servito freddo, alla temperatura di 12 gradi circa. La ditta Ferdinand produce anche una ribolla riserva con uva delle sue vigne migliori. Dopo la fermentazione in acciaio viene trasferito in botti di rovere da 500 litri dove continua l’affinamento. In questo modo il vino viene commercializzato due anni dopo la vendemmia e mostra una complessità e una notevole ricchezza di aromi, con un ottimo bilanciamento di acidità.

 

Cantina Ferdinand

Kojsko, Slovenia
tel: 00386 5 30 43 600
email:
info@ferdinand.si
sito:
www.ferdinand.si

  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .