Dalla stampa

Si conclusa il 12 maggio a Bratislava la 20 edizione del Concours Mondial de Bruxelles.

di Angelo Concas

21/05/2013

 

A Bratislava (Slovacchia), ben 8.200 campioni di vino, provenienti da 50 paesi produttori, sono stati valutati il 10/12 maggio scorso da una selezione di 305 degustatori provenienti da 40 nazionalità del mondo intero. Sommelier, analisti sensoriali, responsabili acquisti, importatori, giornalisti ed eno­­scrittori, hanno giudicato l’insieme dei campioni presentati, lavorando con grande professionalità e con criteri molto seri.

Oramai, si può proprio affermare, che questa competizione è da qualche anno diventata un incontestabile ”Campionato del Mondo” della degustazione dei vini e degli alcolici.

II concorso quest’anno ha attribuito 2435 medaglie, da una prima valutazione risulta che la Francia mantiene la sua posizione di preminenza con le sue 709 medaglie, seguita dalla Spagna con 524, dal Portogallo con 288 medaglie, dall’Italia con 276, dal Cile con 109, dalla Slovacchia con 60, dalla Svizzera con 45 e dall’Austria con 47 medaglie e dall’Africa del Sud con 40. 

Per i degustatori, una piacevolissima scoperta è stata la grande crescita qualitativa della vitivinicoltura slovacca. Infatti, la Slovacchia, che ha partecipato con 214 campioni di vini, è stata piacevolmente apprezzata dagli esperti, tanto da meritarsi con il loro giudizio positivo ben 60 medaglie.

I giurati, infatti, hanno potuto constatare la qualità dei vini slovacchi presentati in forma anonima durante la gara, nonché le caratteristiche organolettiche dei vari vini degustati nei tour enogastronomici “magnificamente organizzati” presso le cantine slovacche.

Anche quest’anno, gli organizzatori hanno fatto notare che meno dell’1% dei campioni di vini è stato premiato con Gran Medaglia d’Oro. I paesi leader in questa prestigiosa categoria sono la Spagna con 24 di queste preziosi premi, seguita dalla Francia con 18 medaglie, dal Portogallo con 9 gran medaglie e dall’Italia con 2 gran medaglie Fra tutti i campioni premiati con quest’alto riconoscimento, 5 hanno ottenuto la “Best Wine Trophy” sinonimo di assoluta qualità nella categoria, essi sono:

  • Best Sparkling: Champagne RC Lemaire Cuvée Sélect Réserve Brut (Champagne – Francia)
  • Best White: Circe Verdejo 2012 (Rueda – Spagna)
  • Best Rosé: Château la Gordonne la Chapelle Gordonne 2012 (Provence – Francia)
  • Best Red: Duvalley Reserva 2010 (Douro– Portogallo)
  • Best Sweet: Peller Estates Riesling  Ice wine 2008 (Ontario – Canada)

Le regioni italiane vincitrici delle due uniche Gran Medaglie d’oro sono state: la Sardegna, con l’Azienda Vitivinicola Ferruccio Deiana di Soleminis (CA) che ha vinto con il Vermentino di Sardegna DOC Arvali 2012 e l’Azienda dell’Emilia Romagna, Campodelsole di Bertinoro premiata per il Sangiovese di Romagna Doc Vertice Superiore Riserva 2007.  

Sicuramente un grande riconoscimento per il Vino Vermentino prodotto in Sardegna. L’Isola, può così definitivamente confermarsi l’habitat ideale per la coltivazione di uve Vermentino e per la produzione dei vini ottenuti con questa cultivar. Infatti, la coltivazione ultra centenaria di queste uve prodotte in Sardegna “senza nulla togliere a tanti altri grandi vini Vermentino che ho potuto degustare, prodotti in Toscana, in Liguria e da altre parti d’Italia e del Mondo”. Dimostra però, che il Vermentino di Sardegna DOC o il Vermentino di Gallura DOCG, hanno tanti e unici marcatori olfattivi e gustativi di grande qualità, che conferiscono a questo vino una forte identità, tale da non avere eguali in altre parti del Mondo. Lo conferma ancor più il fatto, che al concorso i vini Vermentino della Sardegna premiati sono stati oltre alla gran medaglia d’oro al Vermentino di Sardegna DOC Arvali di Ferruccio Deiana, anche la medaglia d’oro al Vermentino di Sardegna DOC Don Giovanni della Cantina il Nuraghe di Mogoro, e le altre medaglie d’argento ai Vermentino Doc di Sardegna, Donnikalia 2012 sempre dell’azienda Ferruccio Deiana, Cala Silente della Cantina Santadi di Santadi, e al Vermentino di Gallura DOCG Thilibas della Cantina Pedres di Olbia.

Note:

l’Italia al concorso 2013 si è posizionata al terzo posto con la presentazione di 1052 campioni, tra questi campioni ben 276 sono stati premiati. Allego a titolo informativo un elenco che ho preparato comprendente 197 vini premiati, di cui, due grandi medaglie d’oro, 88 medaglie d’oro e 109 medaglie d’argento. Non menziono purtroppo le medaglie di bronzo perché non sono riuscito a trovare nessuna informazione a riguardo. 

Il prossimo appuntamento, che sarà la 21ª edizione del Concours Mondial de Bruxelles avrà luogo a Bruxelles dal 9 al 11 maggio 2014, si tratterà quindi di un ritorno alle origini per questa competizione che festeggerà così nella capitale belga i suoi 20 anni di esistenza.